SkyWay Monte Bianco

          La Skyway Monte Bianco è la nuova funivia a Courmayeur che consente di intraprendere un viaggio straordinario verso una delle vette più ambite: il Monte Bianco. Grazie alla funivia, la salita da Pontal d’Entrèves (1.300 m) a Punta Helbronner (3.466 m) è un’esperienza alla portata di tutti, che permetterà anche a chi non pratica alpinismo di potersi recare quasi sulla vetta del Monte Bianco.

          Due tronchi di funivia collegano le tre stazioni. Le cabine della funivia ruotano su sé stesse, per offrire ai passeggeri una vista completa sulle vette circostanti lungo tutto il percorso, che copre circa 2.200 metri di dislivello in una decina di minuti.

          La stazione di partenza di Pontal d’Entrèves, dotata di ampi parcheggi, ospita punti di informazione, bar, infermeria e biglietterie, oltre ai potenti motori che muovono le cabine. È da qui che inixzierà la vostra avventura verso una delle “scalate” più belle della vostra vita.

          La stazione intermedia del Pavillon du Mont Fréty, grazie alle grandi superfici vetrate, offre viste panoramiche sui versanti contrapposti della Val Veny e della Val Ferret. All’esterno i visitatori possono visitare il giardino botanico Saussurea, incluso nel biglietto, e trovare percorsi di avvicinamento alla natura, un solarium ed il parco giochi Skyway for kids. All’interno si trovano due ristoranti, un bar, una sala eventi da 150 posti, un piccolo shopping center, una cantina di vinificazione della Cave Mont Blanc e Hangar 2173, uno spazio espositivo sulla storia della funivia.

          L’ultima stazione è quella di Punta Helbronner, che, riproducendo la forma di un cristallo, si sviluppa principalmente in senso verticale. La terrazza panoramica circolare, che si trova sulla sua cima, regala una straordinaria vista a 360 gradi su buona parte dei quattromila delle Alpi Occidentali: il Monte Bianco, il Monte Rosa, il Cervino, il Gran Paradiso e il Grand Combin. All’interno, la stazione ospita la mostra dei cristalli del Monte Bianco, un ristorante self-service, un bar, punti di informazione multimediale e la Feltrinelli 3466, la libreria più alta d’Europa. Sempre a Punta Helbronner è possibile provare l’eccitante Skywow: uno spazio unico che si estende per 2 metri e mezzo, regalando la straordinaria sensazione di librarsi nel vuoto osservando dall’alto il maestoso paesaggio delle nevi perenni e delle rocce a picco del Monte Bianco. Dalla stazione di Punta Helbronner, ascensori collegati a un tunnel pedonale permettono di raggiungere il sottostante Rifugio Torino.

Stazione di Punta Helbronner

          Ma l’impianto di oggi è solo una parte della storia, che comincia già negli anni ‘30, grazie al genio del Conte Dino Lora Totino e la sua passione per la montagna, che lo portò in Valle d’Aosta a percorrere i sentieri in alta quota.

          Nel 1934 nacque l’idea visionaria di creare un collegamento internazionale a fil di cielo, tramite la funivia. Nel 1940 il progetto è accolto e l’anno successivo iniziano i lavori della prima sezione dell’impianto dalla frazione La Palud di Courmayeur al Pavillon du Mont Fréty, lavori che vengono però interrotti dalla Seconda Guerra Mondiale. Nel 1946 i lavori riprendono e si prosegue con la costruzione del primo e del secondo tratto, fino al Rifugio Torino. L’anno successivo, nel 1947, le Funivie Monte Bianco vengono aperte al pubblico, nello stesso anno si intraprende la costruzione degli impianti funiviari del versante francese da Chamonix a Plan de l’Aiguille. Nel 1951 vede la luce anche il secondo tratto fino all’Aiguille du Midi, che verrà poi aperto al pubblico nel 1956. Nel 1954 si apre il cantiere dell’ultimo tratto di funivia sul versante italiano: quello che collega il Rifugio Torino a Punta Helbronner; lo stesso anno iniziano anche i lavori di costruzione della cabinovia che attraversa il ghiacciaio, per collegare Punta Helbronner all’Aiguille du Midi. Nel 1957 viene quindi inaugurata la Liaison.

          Per oltre 60 anni la funivia del Monte Bianco ha accolto persone provenienti da ogni parte del mondo e le sue cabine hanno fatto milioni di viaggi. Alle soglie del nuovo millennio, però, il vecchio impianto comincia a risentire dei segni del tempo. Così, comincia a farsi strada il progetto per la costruzione di un nuovo impianto che possa sostituire quello creato negli anni ’40.

          I lavori di costruzione dell’attuale funivia cominciano a fine marzo 2011 e il 10 aprile 2012 parte invece la ricostruzione della stazione di Punta Helbronner. Skyway Monte Bianco apre al pubblico il 30 maggio 2015.

          La vera innovazione di Skyway Monte Bianco sta, però, nel suo DNA rispettoso dell’ambiente. È stata, infatti, la prima funivia made in Italy a dotarsi di un bilancio di sostenibilità.

          Cosa state aspettando? Prenotate un biglietto per una delle avventure più spettacolari e mozzafiato che potrete avere qui in Valle d’Aosta. Se, invece, volete fermarvi anche a dormire presso il nostro chambres d’hôtes, possiamo prenotarvi noi il biglietto d’ingresso con un piccolo sconto.