Il Castello di Écours a La Salle

Il Castello di Écours a La Salle

Il Castello di Écours a La Salle

Con oggi iniziamo a parlarvi degli altri edifici storici presenti sul territorio di La Salle e visitabili solo esternamente. Abbiamo deciso di iniziare con il Castello di Écours, che si trova nell’omonima frazione, situata a nord del capoluogo, sulla strada che sale ai villaggi della collina.

          L’edificio, che nel Medioevo appartenne alla famiglia aristocratica di origine notarile Lescours (de Curiis o Les Cours), una delle casate più antiche della Valdigne estintasi nel corso del XVI secolo, fu infeudato per metà ai nobili di Châtelard già nel 1430. Nel 1551 il castello passò nelle mani dei Bozel e successivamente, sempre nel XVI secolo, pervenne in cosignoria ai Gal e ai Malliet. Il feudo fu riunito nel secolo seguente dai Passerin, che risultavano esserne i proprietari ancora nel 1730. Probabilmente, proprio questa prolungata cosignoria feudale è stata la causa del progressivo abbandono e della sua trasformazione ad uso agricolo.

Facciata del Castello di Ecours a La Salle

          La massiccia torre quadrata è quanto resta della costruzione del XIII secolo, assieme ad un breve tratto dell’antico muro di cinta e la porta d’ingresso posta a circa 8 m d’altezza. La Torre di Lescours presenta alcune importanti analogie costruttive con altre torri valdostane costruite in piano, come lo spessore delle mura di 2 metri alla base. Le mura dai 2 metri della base si vanno assottigliando verso il tetto, fino allo spessore di 80 cm. La torre, completamente vuota, è coperta da un tetto in lose a quattro spioventi sorretto da merli di tipo guelfo.

          È incerto il periodo di costruzione di questa imponente torre che secondo alcuni storici potrebbe essere stata assegnata alla prima metà del XIII secolo, mentre altri la anticipano di un secolo. Sono invece di epoca posteriore gli edifici più bassi che la affiancano.