La Badoche e la festa patronale di San Cassiano

La Badoche e la festa patronale di San Cassiano

La Badoche e la festa patronale di San Cassiano

          Una delle tradizioni più sentite di La Salle, oltre al gruppo folkloristico Les Sallereins e Les Petits Sallereins, è la festa patronale di San Cassiano, o Sen Cachan in patois, accompagnata dalla festosità della Badoche. La festa patronale ha luogo in tre giornate: 11, 12 e 13 agosto.

          I protagonisti della Badoche sono un gruppo di giovani uomini e donne, non sposati, vestiti con costumi tradizionali. Nella Badoche si distinguono due ruoli importanti: il primo badocher, che dirige il gruppo, porta in mano un piatto ornato da fiori e nastri con al centro un pane dolce tradizionalmente guarnito da napoleoni d’oro, ora sostituiti da caramelle e sigarette offerte dai ragazzi in cambio dell’offerta, che serve per raccogliere le offerte, mentre un altro badocher porta la tradizionale alabarda, un bastone coronato di fiori e ornato di nastri multicolori, simbolo del potere. Questi ruoli possono essere ricoperti dagli stessi ragazzi più di una volta, fino a quando vorranno continuare a ricoprirli, oppure si sposeranno.

          La festa ha inizio dalla giornata che precede la vigilia del santo patrono, cioè due giorni prima di San Cassiano, con il rito dell’abbattimento delle piante e il loro innalzamento. I quattro ragazzi, che fanno parte del gruppo della Badoche, aiutati da alcuni amici, si recano nei boschi per il taglio dei pini indicati dalla Forestale. Gli alberi vengono trasportati fino al capoluogo e issati nella piazza San Cassiano. Gli alberi delimitano quello che sarà il perimetro entro il quale si terranno i balli di piazza il giorno di San Cassiano.

          La festa prosegue poi durante la vigilia ed il giorno del patrono, quando la Badoche porta l’allegria e la musica delle fisarmoniche in tutte le case del paese annunciando la festa e raccogliendo le offerte per la stessa. Il giorno della festa patronale, dopo la Messa, si svolgono i tradizionali balli di piazza dove la Badoche invita la popolazione a ballare secondo una sequenza ben precisa. La festa patronale è completata dalla cena tipica presso il padiglione che propone piatti tipici della tradizione valdostana il giorno del patrono, dalla vendita all’asta benefica del medaglione della festa e dalla serata danzante.